No si romp

Mol
 clop
  rabiôs si plee
   sot de man fuarte, il venc
    no si romp.

Traduzione: Non si spezza – Molle/ debole/ rabbioso si piega/ sotto la mano forte, il vimine/ non si spezza.

Achì la salide dai doi agjetîfs no cambie il sostantîf che si riferissin, il venc. Ma tal rimpinâsi “mol” e “clop”, ducj i doi cuntune acezion negative, se calcolâts di bessôi, a passin di là de virgule e si metin subit denant di un altri, ma in antitesi. Il venc al è un len che al covente, al è util, si dopre soredut pai zeis, par i imprescj, o che al fâs zuiâ i fruts, e che al mostre la so rabie cul pleâsi, cul jessi mol e clop, ma cence rompisi mai. La schene di tancj furlans e ancjemò di plui furlanis e je come il venc di chest haiku.

Haiku “furlanizât”: al manten 17 silabis, ma un dai viers di cinc si romp, lassant scjampâ vie dôs di lôr, che o si rimpinin adalt, o pûr a sbrissin jù, par abàs; in ogni câs slungjant il componiment.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.