Piel

Di gnot
e sbrove, plene di grispis
di no podê tocjale, la piel
dal lat.
Neancje cuant che si sgrisule
cjareçade dai lavris,
o ancje dome dal lôr soflâ cun creance
sierade dentri
puarete, de tace sbecade.

Al è part dal sium, forsit,
e dal sigûr
al è la sen che lu sbreghe
doman.
Al è za
cumò, doman.
 
Chê altre piel, chê clipe,
si scrofe jù intun pigjame,
e clame
dongje coltre e cuviertôr e à la muse
che fronte il scûr
e i vencui che le cjalin di brut,
paurose,
un pôc prime
i vignaràn lis grispis.

Poesie cjolte dal libri “Un cuarp cun dôs lenghis”.
Traduzion poetiche: Pelle.

Un pensiero riguardo “Piel”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.